mercoledì 15 maggio 2013

Il nucleo


E' delimitato da una  doppia membrana, fusa in corrispondenza dei cosiddetti pori, di natura proteica. La membrana esterna è in continuità con il reticolo endoplasmatico. All'interno del nucleo troviamo: 

1) il materiale genetico

2) uno o più nucleoli






Materiale genetico


Quando la cellula si trova in interfase (periodo compreso tra due divisioni cellulari) si trova in forma di cromatina. In tale stadio il DNA lavora intensamente sintetizzando RNA. L'unità fondamentale della cromatina è il nucleosoma di cui abbiamo già parlato. I nucleosomi formano una struttura a "collanda di perle"  poiché tra un nucleosoma e l'altro c'è un tratto di DNA detto linker come risulta evidente dalla figure di seguito.










Quando la cellula si appresta a dividersi e durante la divisione cellulare il materiale genetico è strettamente impacchettato e forma i cosiddetti cromosomi,  inattivi dal punto di vista della trascrizione. 






Ogni cromosoma è formato:

a) da una lunghissima molecola di DNA (qualche cm)

b) proteine basiche dette istoni

c) proteine non istoniche che formano un'impalcatura proteica detta scaffold cui è ancorato il complesso DNA+istoni che forma numerose anse (loops). 

Si fa notare che il ruolo e la presenza  delle  proteine non istoniche strutturali di cui sopra è stata messa di recente in discussione da due ricercatori dell'Università dell'Illinois di Chicago. Secondo John Marko e Michael Poirier l'impalcatura che dà sostegno ai cromosomi sarebbe costituita sempre da cromatina. Aspettiamo però ulteriori conferme.



Il nucleolo

E' il sito di assemblaggio dei ribosomi e pertanto sarà formato da:

1)  DNA che funge da stampo per l'RNA ribosomale

2) RNA ribosomale trascritto

3) Proteine.

In questa sede i ribosomi vengono parzialmente assemblati per essere trasferiti nel citoplasma attraverso i pori citoplasmatici.


Funzioni del nucleo:


Dirige tutta la cellula in quanto il DNA contiene in codice tutte le informazioni per la sintesi delle proteine cioè contiene in codice la struttura primaria delle proteine stesse. Rimane il dilemma da chiarire di come faccia il DNA a controllare le molecole non proteiche. Aspetto sempre il vostro aiuto.















Nessun commento:

Posta un commento